Ultime notizie

Archivio della categoria: Reportage

Abbonati ai Feed<

SABRINA SALUSTRI, DENTISTA (STUDIO IN VIA RUGGERO LEONCAVALLO 27, A ROMA – TELEFONO: 06-86328632), CUGINA DI GABRIELE PAOLINI, COSI’ PARLO’, IN DATA 3 DICEMBRE 2017, ALLE ORE 22.15, POCHI MINUTI DOPO IL DECESSO DEL GENERALE DELL’ESERCITO GAETANO PAOLINI, PADRE DEL NOTO ‘DISTURBATORE TV’: “ADESSO CHE E’ MORTO ZIO GAETANO, DOBBIAMO STARE TUTTI INSIEME”!!!. CHE IPOCRISIA, CHE SQUALLORE!!!. EBBENE, CARO PUBBLICO, A DISTANZA DI SEI MESI, POSSO DIRVI CHE MIA CUGINA, SABRINA SALUSTRI, HA ABBANDONATO IN TUTTI SENSI, MIA MADRE, LA SIGNORA BICE BOCHICCHIO. INFATTI DAL 3 DICEMBRE 2017, AD OGGI, 1 GIUGNO 2018, NON HA MAI FATTO VISITA A MIA MADRE, PRESSO LA SUA ABITAZIONE ROMANA. VERGOGNA, VERGOGNA, VERGOGNA!!!.

A CURA DI GABRIELE PAOLINI.

La famiglia italiana è IPOCRITA!!!. Appena morto mio padre, il Generale dell’Esercito Gaetano Paolini, attorno a mia madre, la Signora Bice Bochicchio ed a mia sorella, Rossella Paolini, Biologa, c’erano le mie due ‘cuginette’, Sabrina Salustri, dentista, e Corinna Salustri. Alle ore 22.15, quando i medici, dell’Ospedale “Pertini”, ci dissero che il nostro papa’ era morto, tutti abbiamo pianto. Ci siamo abbracciati. In quel momento ho voluto credere alla vicinanza di Sabrina e Corinna, mia cugine. Ebbbene, l’ultima volta che ho incontrato di persona le mie due cuginette, è al funerale di mio padre. Sono passati ben sei mesi e mia madre è stata letteralmente abbandonata sia da Sabrina che da Corinna. La dentista Sabrina Salustri così asserì: “Adesso che è morto zio Gaetano, dobbiamo stare tutti insieme”. Che schifo. Non lo dico per me, ma mia madre ha 83 anni e sia Sabrina che Corinna, hanno ‘presenziato’, come ATTO DOVUTO al funerale di mio padre e poi, in sei mesi, neanche una SENTITA telefonata al numero fisso di casa di mia madre, per un saluto. Senza contare che sia Sabrina che Corinna non hanno fatto neanche una visita di un solo minuto a mia madre, presso la sua abitazione romana.

ADESSO DICO BASTA!!!. NON ACCETTO QUELLO CHE STA ACCADENDO ATTORNO ALLA MIA AMATA E FORTE MAMMA, LA CANTANTE LIRICA TORINESE BICE BOCHICCHIO, NATA A TORINO, IL 29 SETTEMBRE 1934. LE MIE TRE SORELLE, ROSSELLA PAOLINI, BIOLOGA, NATA A TORINO IL 3 FEBBRAIO 1962, MARINELLA PAOLINI, FOTOGRAFA D’ARCHITETTURA, NATA A SANTA MARINELLA (CIVITAVECCHIA) IL 4 APRILE 1965 E SILVIA PAOLINI, SOCIOLOGA, NATA A NOVARA IL 22 FEBRAIO 1968 SONO ‘LETTERALMENTE’ SCAPPATE DA MIA MADRE, NON RIUSCENDO A PIU’ A ‘GESTIRE’ EMOTIVAMENTE LA MORTE DI MIO PADRE, IL GENERALE DELL’ESERCITO GAETANO PAOLINI, NATO A ROMA IL 23 NOVEMBRE 1930 E MORTO, NELLA CAPITALE, IL 3 DICEMBRE 2017, ALLE ORE 22.15, PER ‘MALASANITA’!!!.

A CURA DI GABRIELE PAOLINI.

GABRIELE PAOLINI HA REGISTRATO IL MARCHIO “FELIS”.

A CURA DI GABRIELE PAOLINI.

GABRIELE PAOLINI HA QUERELATO SUO ZIO, IL PROFFESOR ANTONIO PAOLINI, PRIMARO DI UROLOGIA, PRESSO LA CLINICA PRIVATA “VILLA MARGHERITA”, A ROMA, IN VIA DI VILLA MASSIMO 108, A ROMA, PER IL GRAVISSIMO REATO DI “DIFFAMAZIONE”.

A CURA DI GABRIELE PAOLINI.

“GRAZIE AL MIO FEDELE AMICO FEDERICO DE VINCENZO HO AVUTO LA FORZA DI ORGANIZZARE UN FUNERALE DEGNO DI MIO PADRE, IL GENERALE DEL’ESERCITO GAETANO PAOLINI”.

A CURA DI GABRIELE PAOLINI.

“AD ANNA IOZZO, MADRE DI FEDERICO DE VINCENZO”.

Cara Anna, suo figlio è un tesoro!!!. E’ Federico che diverse sere fa ha avuto la pazienza di ascoltarmi per telefono, piangere, piangere, disperare. E’ Federico che mi ha accolto nella sua casa, con affianco la sua splendida ed amata Serena Rinaldi, per abbracciarmi, per asciugarmi le lacrime, per lenire il mio dolore. Anna devi davvero essere orgogliosa di avere un figlio come Federico. Attorno alla mia persona ed al mio famoso e contestato personaggio pubblico, da oltre vent’anni, girano amici veri e falsi. Gente che mi ha chiesto soldi, gente, che nel tempo si è dimostrata ipocrita. Tuo figlio, Federico, ha rischiato la vita in guerra, è un soldato. Federico è una persona umile, vittima di un processo falso, assurdo, scaturito da una donna viziata e viziosa, quale è Sara Tommasi. Tuo figlio, in piena notte, in pochi minuti mi ha dato spunti preziosi e consiglio per organizzare al meglio il funerale di mio padre, il Generale dell’Esercito Gaetano Paolini, che mi è stato ucciso dalla malasanta’. Tuo figlio Federico mi ha detto subito che andava posta un cappello da militare di mio padre. Mia madre non riusciva a trovarlo tra le tante cose da fare in questi giorni. Poi siamo riuscito a trovare un bellissimo cappello in cantina. L’abbiamo posto sulla bara ed è stato molto emozionante. Inoltre tuo figlio Federico mi ha detto dove dovevo andare per richiedere i Funerali Solenni ed una degna rappresentanza dello “S.M.E.”. Insomma ancora una volta tua figlio mi ha stupito, mi ha commosso, per le sue parole di conforto, per il suo tempo concessomi a titolo gratuito, per la grande amicizia che ci lega. Inoltre ieri tuo figlio Federico, è venuto in Chiesa, con discrezione, con amore. Si è avvicinato a me ed a mia madre, mi ha toccato la spalla, mi ha abbracciato. Serena Rinaldi era con lui e per l’emozione si è sentita poco bene ed è dovuta uscire dalla chiesa. Serena ha aspettato la fine della funzione in macchina. Tuo figlio Federico è rientrato in Chiesa e si è messo affianco a due Carabinieri in divisa, della Stazione Carabinieri “San Basilio”. Grazie Anna, per avere un figlio cosi’, certo dal carattere difficile e dalle scelte di vita professionali difficili ed impegnative. TUO FIGLIO E’ VERO, TUO FIGLIO E’ UN MIO FEDELE AMICO, TUIO FIGLIO FEDERICO E’ PER ME COME UN FRATELLO. Un fratello che non ho, ho tre sorelle, un fratello che non mi ha mai chiesto niente in cambio, MA MI HA SEMPRE DATO IL SUO CUORE!!!.

CON SINCERO AMORE, GABRIELE PAOLINI.

 

 

 

 

Scroll To Top